Passione per l'elettronica
 

Rilevare rottura filo
1 | 2 | 3 |

Vittorio 6 Set 2017 16:00
Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di
rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in
caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
pilotare un relè per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello che
mi chiedo è, con quale relè o circuito posso rilevare questo contatto
immagginando che sarà di brevissima durata e con una piccolissima
intensità di corrente?

Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
Vittorio
Vittorio 6 Set 2017 16:17
RobertoA ha detto questo mercoledì :
> Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5 assi
>> su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o ottone del
>> diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2 rulli di acciaio
>> di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono uniti verso una ruota
>> di avvolgimento, ora si presenta la necessità di rilevare la rottura di un
>> filo tra i rulli e la ruota, la mia idea sarebbe quella di farpassare i 5
>> fili attraverso un anellino che in caso di rottura di un filo verrebbe a
>> contatto dello stesso in modo da pilotare un relè per arrestare la ruota di
>> avvolgimento, ma quello che mi chiedo è, con quale relè o circuito posso
>> rilevare questo contatto immagginando che sarà di brevissima durata e con
>> una piccolissima intensità di corrente?
>>
>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>> Vittorio
>
> Non e' detto che l'anellino entri in contatto
> Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo tendicinghia
> Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o amenita'
> similari
> Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e regolazione tiro
> filo in real-time
> Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa

Grazie per la tua attenzione, ciò che dici era già stato preso in
considerazione ma il problema è che i 5 fili in uscita dai rulli sono
tutti uniti e se si rompe uno solo un eventuale rotella resterebbe
sugli altri 4, così come un misuratore laser non so se sarebbe in grado
di discriminare la rottura di uno solo dei fili, riguardo al fatto che
venga in contatto con l'anello lo reputo altamente probabile in quanto
dopo la rottura il filo sciolto spinto dai rulli comincia a
brandeggiare vistosamente, il problema è rilevare il contatto che sarà
un impulso di brevissima durata
RobertoA 6 Set 2017 16:23
Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di
> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
> sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in caso
> di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
> pilotare un relè per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello che
> mi chiedo è, con quale relè o circuito posso rilevare questo contatto
> immagginando che sarà di brevissima durata e con una piccolissima
> intensità di corrente?
>
> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
> Vittorio

Non e' detto che l'anellino entri in contatto
Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo
tendicinghia
Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o
amenita' similari
Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e regolazione
tiro filo in real-time
Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa
emilio 6 Set 2017 16:45
Vittorio ha scritto:
> RobertoA ha detto questo mercoledì :
>> Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
>>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
>>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
>>> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
>>> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi
>>> proseguono uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la
>>> necessità di rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota,
>>> la mia idea sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un
>>> anellino che in caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello
>>> stesso in modo da pilotare un relè per arrestare la ruota di
>>> avvolgimento, ma quello che mi chiedo è, con quale relè o circuito
>>> posso rilevare questo contatto immagginando che sarà di brevissima
>>> durata e con una piccolissima intensità di corrente?
>>>
>>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>>> Vittorio
>>
>> Non e' detto che l'anellino entri in contatto
>> Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo
>> tendicinghia
>> Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o
>> amenita' similari
>> Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e
>> regolazione tiro filo in real-time
>> Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa
>
> Grazie per la tua attenzione, ciò che dici era già stato preso in
> considerazione ma il problema è che i 5 fili in uscita dai rulli sono
> tutti uniti e se si rompe uno solo un eventuale rotella resterebbe sugli
> altri 4, così come un misuratore laser non so se sarebbe in grado di
> discriminare la rottura di uno solo dei fili, riguardo al fatto che
> venga in contatto con l'anello lo reputo altamente probabile in quanto
> dopo la rottura il filo sciolto spinto dai rulli comincia a brandeggiare
> vistosamente, il problema è rilevare il contatto che sarà un impulso di
> brevissima durata

metti 5 microswitch con rotellina ,sui 5 fili ,prima che si uniscano in
uno solo
Vittorio 6 Set 2017 16:48
emilio ci ha detto :
> Vittorio ha scritto:
>> RobertoA ha detto questo mercoledì :
>>> Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
>>>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
>>>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
>>>> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
>>>> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi
>>>> proseguono uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la
>>>> necessità di rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota,
>>>> la mia idea sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un
>>>> anellino che in caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello
>>>> stesso in modo da pilotare un relè per arrestare la ruota di
>>>> avvolgimento, ma quello che mi chiedo è, con quale relè o circuito
>>>> posso rilevare questo contatto immagginando che sarà di brevissima
>>>> durata e con una piccolissima intensità di corrente?
>>>>
>>>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>>>> Vittorio
>>>
>>> Non e' detto che l'anellino entri in contatto
>>> Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo
>>> tendicinghia
>>> Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o
>>> amenita' similari
>>> Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e
>>> regolazione tiro filo in real-time
>>> Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa
>>
>> Grazie per la tua attenzione, ciò che dici era già stato preso in
>> considerazione ma il problema è che i 5 fili in uscita dai rulli sono
>> tutti uniti e se si rompe uno solo un eventuale rotella resterebbe sugli
>> altri 4, così come un misuratore laser non so se sarebbe in grado di
>> discriminare la rottura di uno solo dei fili, riguardo al fatto che
>> venga in contatto con l'anello lo reputo altamente probabile in quanto
>> dopo la rottura il filo sciolto spinto dai rulli comincia a brandeggiare
>> vistosamente, il problema è rilevare il contatto che sarà un impulso di
>> brevissima durata
>
> metti 5 microswitch con rotellina ,sui 5 fili ,prima che si uniscano in
> uno solo

si uniscono quando arrivano hai rulli di alimentazione e la rottura
avviene sempre dopo
Vittorio 6 Set 2017 16:49
Vittorio ha detto questo mercoledì :

>
> hai

accidenti all'italiano :-)
emilio 6 Set 2017 20:34
Vittorio ha scritto:
> emilio ci ha detto :
>> Vittorio ha scritto:
>>> RobertoA ha detto questo mercoledì :
>>>> Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
>>>>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
>>>>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
>>>>> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
>>>>> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi
>>>>> proseguono uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la
>>>>> necessità di rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota,
>>>>> la mia idea sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un
>>>>> anellino che in caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello
>>>>> stesso in modo da pilotare un relè per arrestare la ruota di
>>>>> avvolgimento, ma quello che mi chiedo è, con quale relè o circuito
>>>>> posso rilevare questo contatto immagginando che sarà di brevissima
>>>>> durata e con una piccolissima intensità di corrente?
>>>>>
>>>>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>>>>> Vittorio
>>>>
>>>> Non e' detto che l'anellino entri in contatto
>>>> Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo
>>>> tendicinghia
>>>> Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o
>>>> amenita' similari
>>>> Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e
>>>> regolazione tiro filo in real-time
>>>> Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa
>>>
>>> Grazie per la tua attenzione, ciò che dici era già stato preso in
>>> considerazione ma il problema è che i 5 fili in uscita dai rulli sono
>>> tutti uniti e se si rompe uno solo un eventuale rotella resterebbe sugli
>>> altri 4, così come un misuratore laser non so se sarebbe in grado di
>>> discriminare la rottura di uno solo dei fili, riguardo al fatto che
>>> venga in contatto con l'anello lo reputo altamente probabile in quanto
>>> dopo la rottura il filo sciolto spinto dai rulli comincia a brandeggiare
>>> vistosamente, il problema è rilevare il contatto che sarà un impulso di
>>> brevissima durata
>>
>> metti 5 microswitch con rotellina ,sui 5 fili ,prima che si uniscano in
>> uno solo
>
> si uniscono quando arrivano hai rulli di alimentazione e la rottura
> avviene sempre dopo

capito...forse da provare un sistema basato su 2 sensori per metalli,
il primo subito all'uscita dei rulli ed uno prima della ruota.
se manca un filo il segnale di quello posto prima della ruota sara
inferiore a quello posto all'uscita dei rulli
la soluzione + "tecnologica" che mi viene in mente è un sistema di
visione intelligente,ovvero un sistema di telecamere che è in grado
di "vedere" la rottura di un filo
TelespallaBob 6 Set 2017 20:55
Il 06/09/2017 16:17, Vittorio ha scritto:
> RobertoA ha detto questo mercoledì :
>> Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
>>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
>>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
>>> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
>>> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi
>>> proseguono uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la
>>> necessità di rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota,
>>> la mia idea sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un
>>> anellino che in caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello
>>> stesso in modo da pilotare un relè per arrestare la ruota di
>>> avvolgimento, ma quello che mi chiedo è, con quale relè o circuito
>>> posso rilevare questo contatto immagginando che sarà di brevissima
>>> durata e con una piccolissima intensità di corrente?
>>>
>>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>>> Vittorio
>>
>> Non e' detto che l'anellino entri in contatto
>> Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo
>> tendicinghia
>> Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o
>> amenita' similari
>> Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e
>> regolazione tiro filo in real-time
>> Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa
>
> Grazie per la tua attenzione, ciò che dici era già stato preso in
> considerazione ma il problema è che i 5 fili in uscita dai rulli sono
> tutti uniti e se si rompe uno solo un eventuale rotella resterebbe sugli
> altri 4, così come un misuratore laser non so se sarebbe in grado di
> discriminare la rottura di uno solo dei fili, riguardo al fatto che
> venga in contatto con l'anello lo reputo altamente probabile in quanto
> dopo la rottura il filo sciolto spinto dai rulli comincia a brandeggiare
> vistosamente, il problema è rilevare il contatto che sarà un impulso di
> brevissima durata




Ma dove ci potrebbero stare gli anellini non ci potrebbero stare le
rotelline proposte da RobertoA?
Ad ogni modo, le bobine da cui si srotolano i fili sono ferme e in
verticale o ruotano su un asse orizzontale?
Quando un filo si rompe, la relativa bobina in srotolamento continua a
girare trascinata da qualcosa o si ferma?

Per curiosità, cosa si costruisce con questi cinque fili uniti?
Archaeopteryx 6 Set 2017 21:11
> capito...forse da provare un sistema basato su 2
> sensori per metalli, il primo subito all'uscita dei
> rulli ed uno prima della ruota. se manca un filo il
> segnale di quello posto prima della ruota sara
> inferiore a quello posto all'uscita dei rulli la
> soluzione + "tecnologica" che mi viene in mente Ú un
> sistema di visione intelligente,ovvero un sistema di
> telecamere che Ú in grado di "vedere" la rottura di un
> filo

Stavo per proporre anche io qualcosa che misuri la
variazione di resistenza ma mi hai preceduto, secondo me
con i vincoli del problema potrebbe essere la soluzione
migliore. La vedo duretta "pulire" il segnale ma si
dovrebbe poter fare.


--
Lei e io ci siamo guardati, abbiamo capito al
volo e poi di corsa a letto. Ciascuno nel proprio.
asdf 6 Set 2017 22:17
On Wed, 06 Sep 2017 16:00:23 +0200, Vittorio wrote:

> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di
> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea

Ho letto il thread ed è un bel problema, soprattutto perchè hai tutte
le parti in contatto elettrico fra loro. Se ci fosse un punto prima o
dopo i punti di rottura dove fosse possibile avere un contatto esclusivo
con il singolo filo, potresti realizzare un riflettometro nel dominio del
tempo e leggere il tempo che impiega un impulso per arrivare alla fine
del filo e tornare indietro: se il filo è rotto ci mette molto meno.
In questo caso basta un solo contatto con il filo, perchè non stai
misurandone la resistenza, però almeno uno serve.

Di alternative non ne vedo, a meno di usare dei tensionatori con
microswitches, che probabilmente sono la soluzione più semplice ed
affidabile.
In ultima *****isi, se alla fine del cavo hai un motore che lo avvolge,
leggendone e amplificandone la corrente assorbita su uno shunt in
serie, all'atto della rottura di uno dei fili dovresti notare un picco
negativo dovuto al cambio repentino di tensione del cavo, e quindi
avresti qualcosa per pilotare uno stop immediato della macchina.
BIG Umberto 6 Set 2017 22:35
Vittorio in data 16:00, mercoledì 06 settembre 2017, nel gruppo
it.hobby.elettronica ha scritto:

> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di
> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
> sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in
> caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
> pilotare un relè per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello che
> mi chiedo è, con quale relè o circuito posso rilevare questo contatto
> immagginando che sarà di brevissima durata e con una piccolissima
> intensità di corrente?
>
> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
> Vittorio

Una domanda, i fili tra i rulli e la ruota viaggiano paralleli[1] o uno
centrale e gli altri 4 intorno[2]?
Perché nel secondo caso, la vedo dura per un anellino vedere se quello centrale
si rompe...

Per qunto riguarda la tua ipotesi, se il tragitto rulli-ruota lo permette, si
potrebbero usare anche 2 o 3 anellini, collegati insieme e comandare la base
di un transistor in saturazione il quale comanda un monostabile che allunga il
brevissimo impulso. Poi con l'impulso comandare un relé o quello che ti
pare...
Premessa: i fili, gli anellini, i rulli e la ruota debbono essere conduttori, e
puliti!
I fili debbono essere in tensione e non toccare mai gli anellini, pena falsi
allarmi.

Una foto od una descrizione migliore del tragitto rulli-ruota potrebbe aiutare
a non fare ipotesi inutili.

--
+---------------------------------------------------------------------------+
| ma che te frega dei virus e l'illegalita', l'importante e' vedere |
| 22 miliardari drogati che corrono appresso a na palla. |
+-----#15--------------------Campagna contro le pubblicita` i*****te.---------+
Vittorio 7 Set 2017 08:35
Scriveva emilio mercoledì, 06/09/2017:
> Vittorio ha scritto:
>> emilio ci ha detto :
>>> Vittorio ha scritto:
>>>> RobertoA ha detto questo mercoledì :
[cut]
>
> capito...forse da provare un sistema basato su 2 sensori per metalli,
> il primo subito all'uscita dei rulli ed uno prima della ruota.
> se manca un filo il segnale di quello posto prima della ruota sara
> inferiore a quello posto all'uscita dei rulli

Interessante, farò qualche ricerca in merito

> la soluzione + "tecnologica" che mi viene in mente è un sistema di
> visione intelligente,ovvero un sistema di telecamere che è in grado
> di "vedere" la rottura di un filo

Questa presumo possa essere più costosa della stessa attrezzatura :-)

Grazie.
rondine 7 Set 2017 09:36
Il giorno mercoledì 6 settembre 2017 16:00:29 UTC+2, Vittorio ha scritto:
> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di
> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
> sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in
> caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
> pilotare un relè per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello che
> mi chiedo è, con quale relè o circuito posso rilevare questo contatto
> immagginando che sarà di brevissima durata e con una piccolissima
> intensità di corrente?
>
> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
> Vittorio

Se i fili sono metallici e vengono uniti che se uno rompendosi perdesse il
contatto con gli altri che tu potessi separatamente alimentarne ciascuno con una
corrente
..ti basterebbe controllare se c' è una corrente interrotta..
Vittorio 7 Set 2017 09:49
TelespallaBob ha pensato forte :
> Il 06/09/2017 16:17, Vittorio ha scritto:
[CUT]
>
>
>
>
> Ma dove ci potrebbero stare gli anellini non ci potrebbero stare le rotelline
> proposte da RobertoA?

ci vorrebbe una rotellina per filo ed i fili a quel punto sono riuniti,
non attorcigliati ma comunque tutti affiancati,i 5 fili li farei
passare in un unico anellino

> Ad ogni modo, le bobine da cui si srotolano i fili sono ferme e in verticale
> o ruotano su un asse orizzontale?

ruotano su un asse orizzontale

> Quando un filo si rompe, la relativa bobina in srotolamento continua a girare
> trascinata da qualcosa o si ferma?
>

siccome nella maggior parte dei casi si rompe tra i rulli di
alimentazione e la ruota di avvolgimento le bobine continuano a girare
trascinate dai rulli stessi, se il filo si rompesse prima dei rulli si
fermano anche per via del freno di tensionamento posto sulle bobine
stesse

> Per curiosità, cosa si costruisce con questi cinque fili uniti?

spazzole di "ferro" delle più svariate forme
Vittorio 7 Set 2017 09:52
Il 06/09/2017, asdf ha detto :
> On Wed, 06 Sep 2017 16:00:23 +0200, Vittorio wrote:
>
[cut]
> In ultima *****isi, se alla fine del cavo hai un motore che lo avvolge,
> leggendone e amplificandone la corrente assorbita su uno shunt in
> serie, all'atto della rottura di uno dei fili dovresti notare un picco
> negativo dovuto al cambio repentino di tensione del cavo, e quindi
> avresti qualcosa per pilotare uno stop immediato della macchina.

Quì c'è un motore pilotato da un inverter siemens cercherò maggiori
informazioni
Grazie
Vittorio 7 Set 2017 09:55
Sembra che rondine abbia detto :
> Il giorno mercoledì 6 settembre 2017 16:00:29 UTC+2, Vittorio ha scritto:
>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
>> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
>> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
>> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di
>> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
>> sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in
>> caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
>> pilotare un relè per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello che
>> mi chiedo è, con quale relè o circuito posso rilevare questo contatto
>> immagginando che sarà di brevissima durata e con una piccolissima
>> intensità di corrente?
>>
>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>> Vittorio
>
> Se i fili sono metallici e vengono uniti che se uno rompendosi perdesse il
> contatto con gli altri che tu potessi separatamente alimentarne ciascuno con
> una corrente ..ti basterebbe controllare se c' è una corrente interrotta..

Farò ricerca anche su questa possibilità
Grazie
Vittorio 7 Set 2017 10:04
Scriveva RobertoA giovedì, 07/09/2017:
> Il 06/09/2017 16:17, Vittorio ha scritto:
>> RobertoA ha detto questo mercoledì :
>>> Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
>>>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
>>>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o ottone
>>>> del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2 rulli di
>>>> acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono uniti verso
>>>> una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di rilevare la
>>>> rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea sarebbe quella di
>>>> farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in caso di rottura di un
>>>> filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da pilotare un relè per
>>>> arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello che mi chiedo è, con quale
>>>> relè o circuito posso rilevare questo contatto immagginando che sarà di
>>>> brevissima durata e con una piccolissima intensità di corrente?
>>>>
>>>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>>>> Vittorio
>>>
>>> Non e' detto che l'anellino entri in contatto
>>> Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo
>>> tendicinghia
>>> Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o
>>> amenita' similari
>>> Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e regolazione
>>> tiro filo in real-time
>>> Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa
>>
>> Grazie per la tua attenzione, ciò che dici era già stato preso in
>> considerazione ma il problema è che i 5 fili in uscita dai rulli sono tutti
>> uniti e se si rompe uno solo un eventuale rotella resterebbe sugli altri 4,
>> così come un misuratore laser non so se sarebbe in grado di discriminare la
>> rottura di uno solo dei fili, riguardo al fatto che venga in contatto con
>> l'anello lo reputo altamente probabile in quanto dopo la rottura il filo
>> sciolto spinto dai rulli comincia a brandeggiare vistosamente, il problema
>> è rilevare il contatto che sarà un impulso di brevissima durata
>
> Va' che scherzavo col laser
> Rivedendo pero' alcuni dispositivi Keyence hanno anche dei micrometri laser e
> roba simile qundi penso pure si possa fare via ottica, ma stiamo parlando di
> millliardi di euro quella e' roba discretamente costosa
> Credo il micrometro si attesti sui 3-4 mila euro

sono quelli che ho visto

> Non conosco il budget previsto per risolcvere il problema ma via laser mi
> sembrerebbe comunque una roba strana

il budget può arrivare ai 1000€

> Ritornando al tastatore meccanico, un qualche punto dove i 5 fili siano
> separati deve pur esserci nel percorso

prima dei rulli di alimentazione ma non è li che si rompe

> Non e' che puoi rilevare lo strappo di un filo se sono tutti appaiati
> E se non c'e', bisogna crearlo il punto dove i fili sono distinti
> Altrimenti non c'e' speranza

potremmo separarli dopo i rulli di alimentazione per poi riunirli dopo
i sensori di rottura, la difficoltà sta nello spazio tra ruota e rulli
dovremmo modificare la struttura, questa è senz'altro una strada, certo
trovassi il modo di "leggerli" in blocco :-)
RobertoA 7 Set 2017 10:06
Il 06/09/2017 16:17, Vittorio ha scritto:
> RobertoA ha detto questo mercoledì :
>> Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
>>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
>>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
>>> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
>>> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi
>>> proseguono uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la
>>> necessità di rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota,
>>> la mia idea sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un
>>> anellino che in caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello
>>> stesso in modo da pilotare un relè per arrestare la ruota di
>>> avvolgimento, ma quello che mi chiedo è, con quale relè o circuito
>>> posso rilevare questo contatto immagginando che sarà di brevissima
>>> durata e con una piccolissima intensità di corrente?
>>>
>>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>>> Vittorio
>>
>> Non e' detto che l'anellino entri in contatto
>> Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo
>> tendicinghia
>> Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o
>> amenita' similari
>> Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e
>> regolazione tiro filo in real-time
>> Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa
>
> Grazie per la tua attenzione, ciò che dici era già stato preso in
> considerazione ma il problema è che i 5 fili in uscita dai rulli sono
> tutti uniti e se si rompe uno solo un eventuale rotella resterebbe sugli
> altri 4, così come un misuratore laser non so se sarebbe in grado di
> discriminare la rottura di uno solo dei fili, riguardo al fatto che
> venga in contatto con l'anello lo reputo altamente probabile in quanto
> dopo la rottura il filo sciolto spinto dai rulli comincia a brandeggiare
> vistosamente, il problema è rilevare il contatto che sarà un impulso di
> brevissima durata

Va' che scherzavo col laser
Rivedendo pero' alcuni dispositivi Keyence hanno anche dei micrometri
laser e roba simile qundi penso pure si possa fare via ottica, ma stiamo
parlando di millliardi di euro quella e' roba discretamente costosa
Credo il micrometro si attesti sui 3-4 mila euro
Non conosco il budget previsto per risolcvere il problema ma via laser
mi sembrerebbe comunque una roba strana
Ritornando al tastatore meccanico, un qualche punto dove i 5 fili siano
separati deve pur esserci nel percorso
Non e' che puoi rilevare lo strappo di un filo se sono tutti appaiati
E se non c'e', bisogna crearlo il punto dove i fili sono distinti
Altrimenti non c'e' speranza
Archaeopteryx 7 Set 2017 10:24
> potremmo separarli dopo i rulli di alimentazione per
> poi riunirli dopo i sensori di rottura, la difficoltà
> sta nello spazio tra ruota e rulli dovremmo modificare
> la struttura, questa è senz'altro una strada, certo
> trovassi il modo di "leggerli" in blocco :-)


Ma come ha proposto Emilio, una misura di resistenza non
potete farla? Con 1000 euro ci potrà rientrare qualche
contatto ******* affidabile?


--
Lei e io ci siamo guardati, abbiamo capito al
volo e poi di corsa a letto. Ciascuno nel proprio.
blisca 7 Set 2017 11:11
In data settembre 2017 alle ore 16:00:23, Vittorio
<vige967STOPSPAM@libero.it.invalid> ha scritto:

> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'=C3=A8 una macchina composta da =
5
> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessit=C3=A0 =
di
> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
> sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in caso =

> di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
> pilotare un rel=C3=A8 per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello c=
he
> mi chiedo =C3=A8, con quale rel=C3=A8 o circuito posso rilevare questo co=
ntatto
> immagginando che sar=C3=A0 di brevissima durata e con una piccolissima
> intensit=C3=A0 di corrente?
>
se tu sei certo che in caso di rottura il filo finisca su un anellino
,rilevare il tempo brevissimo non dovrebbe essere un problema per un
circuito puramente elettronico,cio=C3=A8 senza rel=C3=A8 o altri componenti=

elettromeccanici
caso mai ti servir=C3=A0 che questo evento ti dia un effetto umanamente
percebile,o che svolga una azione sulla macchina

cosa dovr=C3=A0 succedere?

Restando pi=C3=B9 sul meccanico,non ti basterebbe una rotella con molla e =

microswitch tenuta in posizione di lavoro dalla tensione del filo,quando
tutto =C3=A8 ok?Avr=C3=A0 sicuramente un nome,che per=C3=B2 non so

--
Creato con il client email di Opera: http://www.opera.com/mail/

---
Questa email =C3=83=C2=A8 stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
blisca 7 Set 2017 11:13
>
>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'=C3=A8 una macchina composta da=
5
>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
>> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
>> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
>> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessit=C3=A0=
di
>> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
>> sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in caso=

>> di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
>> pilotare un rel=C3=A8 per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello =
che
>> mi chiedo =C3=A8, con quale rel=C3=A8 o circuito posso rilevare questo c=
ontatto
>> immagginando che sar=C3=A0 di brevissima durata e con una piccolissima
>> intensit=C3=A0 di corrente?
>>
> se tu sei certo che in caso di rottura il filo finisca su un anellino
> ,rilevare il tempo brevissimo non dovrebbe essere un problema per un
> circuito puramente elettronico,cio=C3=A8 senza rel=C3=A8 o altri componen=
ti
> elettromeccanici
> caso mai ti servir=C3=A0 che questo evento ti dia un effetto umanamente
> percebile,o che svolga una azione sulla macchina
>
> cosa dovr=C3=A0 succedere?
>
> Restando pi=C3=B9 sul meccanico,non ti basterebbe una rotella con molla e=

> microswitch tenuta in posizione di lavoro dalla tensione del filo,quando
> tutto =C3=A8 ok?Avr=C3=A0 sicuramente un nome,che per=C3=B2 non so
>
chiedo scusa..il browser di posta 1 minuto fa non mi aveva mostrato i
messaggi in replica,per cui ho scritto cose gi=C3=A0 dette da altri credend=
o di
essere il primo a rispondere

---
Questa email =C3=83=C2=A8 stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
RobertoA 7 Set 2017 15:56
Il 07/09/2017 10:04, Vittorio ha scritto:
> Scriveva RobertoA giovedì, 07/09/2017:
>> Il 06/09/2017 16:17, Vittorio ha scritto:
>>> RobertoA ha detto questo mercoledì :
>>>> Il 06/09/2017 16:00, Vittorio ha scritto:
>>>>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da
>>>>> 5 assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio
>>>>> e/o ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati
>>>>> tra 2 rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi
>>>>> proseguono uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta
>>>>> la necessità di rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la
>>>>> ruota, la mia idea sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso
>>>>> un anellino che in caso di rottura di un filo verrebbe a contatto
>>>>> dello stesso in modo da pilotare un relè per arrestare la ruota di
>>>>> avvolgimento, ma quello che mi chiedo è, con quale relè o circuito
>>>>> posso rilevare questo contatto immagginando che sarà di brevissima
>>>>> durata e con una piccolissima intensità di corrente?
>>>>>
>>>>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>>>>> Vittorio
>>>>
>>>> Non e' detto che l'anellino entri in contatto
>>>> Meglio, potresti mettere sul filo in tensione una rotellina tipo
>>>> tendicinghia
>>>> Se il filo salta il tendicinghia va a fondo corsa e chiude switch o
>>>> amenita' similari
>>>> Io ci metterei un laser con misura continua della distanza e
>>>> regolazione tiro filo in real-time
>>>> Ma voi comuni mortali potete usare il classico finecorsa
>>>
>>> Grazie per la tua attenzione, ciò che dici era già stato preso in
>>> considerazione ma il problema è che i 5 fili in uscita dai rulli sono
>>> tutti uniti e se si rompe uno solo un eventuale rotella resterebbe
>>> sugli altri 4, così come un misuratore laser non so se sarebbe in
>>> grado di discriminare la rottura di uno solo dei fili, riguardo al
>>> fatto che venga in contatto con l'anello lo reputo altamente
>>> probabile in quanto dopo la rottura il filo sciolto spinto dai rulli
>>> comincia a brandeggiare vistosamente, il problema è rilevare il
>>> contatto che sarà un impulso di brevissima durata
>>
>> Va' che scherzavo col laser
>> Rivedendo pero' alcuni dispositivi Keyence hanno anche dei micrometri
>> laser e roba simile qundi penso pure si possa fare via ottica, ma
>> stiamo parlando di millliardi di euro quella e' roba discretamente
>> costosa
>> Credo il micrometro si attesti sui 3-4 mila euro
>
> sono quelli che ho visto
>
>> Non conosco il budget previsto per risolcvere il problema ma via laser
>> mi sembrerebbe comunque una roba strana
>
> il budget può arrivare ai 1000€
>
>> Ritornando al tastatore meccanico, un qualche punto dove i 5 fili
>> siano separati deve pur esserci nel percorso
>
> prima dei rulli di alimentazione ma non è li che si rompe
>
>> Non e' che puoi rilevare lo strappo di un filo se sono tutti appaiati
>> E se non c'e', bisogna crearlo il punto dove i fili sono distinti
>> Altrimenti non c'e' speranza
>
> potremmo separarli dopo i rulli di alimentazione per poi riunirli dopo i
> sensori di rottura, la difficoltà sta nello spazio tra ruota e rulli
> dovremmo modificare la struttura, questa è senz'altro una strada, certo
> trovassi il modo di "leggerli" in blocco :-)

Se sono separati PRIMA dei rulli alimentazione allora quello e' il punto
dove misurare la tensione (tensione meccanica, il tiro della fune) dei
singoli fili
Altri sistemi di tipo elettrico non sono applicabili perche' se dici che
ad un certo punto i fili si toccano vuol dire che non potrai distinguere
il filo 1 dal filo 2 e cosi' via
Magari fai un disegno che si capisca meglio il percorso e dove vengono
tirati o spinti i singoli fili, sarebbe molto utile
zio bapu 7 Set 2017 16:22
Il giorno mercoledì 6 settembre 2017 16:00:29 UTC+2, Vittorio ha scritto:
> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di
> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
> sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in
> caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
> pilotare un relè per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello che
> mi chiedo è, con quale relè o circuito posso rilevare questo contatto
> immagginando che sarà di brevissima durata e con una piccolissima
> intensità di corrente?
>
> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
> Vittorio

Ma scusa, hai gia' stabilito che puoi mettere l'anellino, ti basta che qualcuno
ti indichi un circuitino (anelli collegati tra loro e flip-flop che attiva un
allarme?).

Se viaggiano vicini e sempre nello stesso punto forse da un lato li si illumina
e dall'altro si rileva attraverso una piccola finestra l'eventuale aumento di
luminosita' dovuto alla mancanza di un filo.

mandi
ferrando@libero.it 7 Set 2017 16:47
Il giorno giovedì 7 settembre 2017 15:42:57 UTC+2, RobertoA ha scritto:
> Se sono separati PRIMA dei rulli alimentazione allora quello e' il punto
> dove misurare la tensione (tensione meccanica, il tiro della fune) dei
> singoli fili
> Altri sistemi di tipo elettrico non sono applicabili perche' se dici che
> ad un certo punto i fili si toccano vuol dire che non potrai distinguere
> il filo 1 dal filo 2 e cosi' via
> Magari fai un disegno che si capisca meglio il percorso e dove vengono
> tirati o spinti i singoli fili, sarebbe molto utile

Si rompono dove gia' si toccano continuando ad essere trascinati... Non
funziona.
Vittorio 7 Set 2017 16:55
Il 07/09/2017, ferrando@libero.it ha detto :
> Il giorno giovedì 7 settembre 2017 15:42:57 UTC+2, RobertoA ha scritto:
>> Se sono separati PRIMA dei rulli alimentazione allora quello e' il punto
>> dove misurare la tensione (tensione meccanica, il tiro della fune) dei
>> singoli fili
>> Altri sistemi di tipo elettrico non sono applicabili perche' se dici che
>> ad un certo punto i fili si toccano vuol dire che non potrai distinguere
>> il filo 1 dal filo 2 e cosi' via
>> Magari fai un disegno che si capisca meglio il percorso e dove vengono
>> tirati o spinti i singoli fili, sarebbe molto utile
>
> Si rompono dove gia' si toccano continuando ad essere trascinati... Non
> funziona.

Esatto, per quanto riguarda un disegno se mi dite come poterlo postare
posso tracciare un layout
emilio 7 Set 2017 17:05
Vittorio ha scritto:
> Scriveva emilio mercoledì, 06/09/2017:
>> Vittorio ha scritto:
>>> emilio ci ha detto :
>>>> Vittorio ha scritto:
>>>>> RobertoA ha detto questo mercoledì :
> [cut]
>>
>> capito...forse da provare un sistema basato su 2 sensori per metalli,
>> il primo subito all'uscita dei rulli ed uno prima della ruota.
>> se manca un filo il segnale di quello posto prima della ruota sara
>> inferiore a quello posto all'uscita dei rulli
>
> Interessante, farò qualche ricerca in merito
>
>> la soluzione + "tecnologica" che mi viene in mente è un sistema di
>> visione intelligente,ovvero un sistema di telecamere che è in grado
>> di "vedere" la rottura di un filo
>
> Questa presumo possa essere più costosa della stessa attrezzatura :-)

guarda che ultimamente ,i prezzi, di questi sistemi di misura sono
calati di molto...basta guardare cosa costa oggi una buona telecamera
con interfaccia USB o Ethernet

> Grazie.
emilio 7 Set 2017 17:07
Archaeopteryx ha scritto:
>> capito...forse da provare un sistema basato su 2
>> sensori per metalli, il primo subito all'uscita dei
>> rulli ed uno prima della ruota. se manca un filo il
>> segnale di quello posto prima della ruota sara
>> inferiore a quello posto all'uscita dei rulli la
>> soluzione + "tecnologica" che mi viene in mente Ú un
>> sistema di visione intelligente,ovvero un sistema di
>> telecamere che Ú in grado di "vedere" la rottura di un
>> filo
>
> Stavo per proporre anche io qualcosa che misuri la
> variazione di resistenza ma mi hai preceduto, secondo me
> con i vincoli del problema potrebbe essere la soluzione
> migliore. La vedo duretta "pulire" il segnale ma si
> dovrebbe poter fare.
>
>
attenzione...il sistema non deve misurare la variazione di resistenza
ma la variazione della "quantita" di metallo che passa sotto il sensore
emilio 7 Set 2017 17:30
Vittorio ha scritto:
> Scriveva emilio mercoledì, 06/09/2017:
>> Vittorio ha scritto:
>>> emilio ci ha detto :
>>>> Vittorio ha scritto:
>>>>> RobertoA ha detto questo mercoledì :
> [cut]
>>
>> capito...forse da provare un sistema basato su 2 sensori per metalli,
>> il primo subito all'uscita dei rulli ed uno prima della ruota.
>> se manca un filo il segnale di quello posto prima della ruota sara
>> inferiore a quello posto all'uscita dei rulli
>
> Interessante, farò qualche ricerca in merito

per misurare sia acciaio che ottone devi cercare tra i sensori a
correnti parassite
Vittorio 7 Set 2017 17:30
BIG Umberto ha pensato forte :
> Vittorio in data 16:00, mercoledì 06 settembre 2017, nel gruppo
> it.hobby.elettronica ha scritto:
>
>> Ciao a tutti, ho il seguente problema, c'è una macchina composta da 5
>> assi su cui sono montati altrettante bobine di filo di acciaio e/o
>> ottone del diametro di 0,1-0,4 mm, tali fili sono convogliati tra 2
>> rulli di acciaio di alimentazione (motorizzati) e da questi proseguono
>> uniti verso una ruota di avvolgimento, ora si presenta la necessità di
>> rilevare la rottura di un filo tra i rulli e la ruota, la mia idea
>> sarebbe quella di farpassare i 5 fili attraverso un anellino che in
>> caso di rottura di un filo verrebbe a contatto dello stesso in modo da
>> pilotare un relè per arrestare la ruota di avvolgimento, ma quello che
>> mi chiedo è, con quale relè o circuito posso rilevare questo contatto
>> immagginando che sarà di brevissima durata e con una piccolissima
>> intensità di corrente?
>>
>> Spero di essermi spiegato e vi ringrazio.
>> Vittorio
>
> Una domanda, i fili tra i rulli e la ruota viaggiano paralleli[1] o uno
> centrale e gli altri 4 intorno[2]?

Immagina di prendere 5 fili da 5 rocchetti falli passare tutti nella
cruna di un ago e poi li arrotoli su un rocchetto più grande, si
dispongono come vogliono

> Perché nel secondo caso, la vedo dura per un anellino vedere se quello
> centrale si rompe...

questo di per se non sarebbe un problema perchè se (e capita) si rompe
un filo che però resta imbrigliato dagli altri e continua la sua corsa
viene ripreso dalla ruota e non succede nulla.

>
> Per qunto riguarda la tua ipotesi, se il tragitto rulli-ruota lo permette,
> si potrebbero usare anche 2 o 3 anellini, collegati insieme e comandare la
> base di un transistor in saturazione il quale comanda un monostabile che
> allunga il brevissimo impulso. Poi con l'impulso comandare un relé o quello
> che ti pare...
> Premessa: i fili, gli anellini, i rulli e la ruota debbono essere conduttori,
> e puliti!
> I fili debbono essere in tensione e non toccare mai gli anellini, pena falsi
> allarmi.
>
> Una foto od una descrizione migliore del tragitto rulli-ruota potrebbe
> aiutare a non fare ipotesi inutili.

potrei postare uno schema di funzionamento ma non so come farlo quì
Archaeopteryx 7 Set 2017 17:46
> attenzione...il sistema non deve misurare la variazione di resistenza
> ma la variazione della "quantita" di metallo che passa sotto il sensore

ah, capito... allora abbiamo avuto forse due idee diverse. Io pensavo a
contatti striscianti tra due punti del malloppo, una rottura dovrebbe
produrre un aumento di resistenza per la variazione di sezione, e forse
si potrebbe rivelare.
Archaeopteryx 7 Set 2017 17:47
> Esatto, per quanto riguarda un disegno se mi dite come poterlo postare posso
> tracciare un layout

lo carichi ad esempio su tinypic e poi posti il link...

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Passione per l'elettronica | Tutti i gruppi | it.hobby.elettronica | Notizie e discussioni elettronica | Elettronica Mobile | Servizio di consultazione news.