Passione per l'elettronica
 

Cosa stai misurando caro il mio figaretto?
1 | 2 | 3 |

Archaeopteryx 8 Set 2017 22:34
Perdono, perdono perdono... lo so che sto appestando di domande il NG
ma sono avido di sapere e voi sapete.

Come accennavo in un altro thread, ieri mi è arrivato il multimetro
"buono". Alla massima sensibilità sul display vedo 0.0xx mV (sono in
DC) dove le ultime due cifre ballano tra zero e 60 circa. Se
cortocircuito i puntali (dei b*****i Volcraft da uovo di pasqua) si
stabilizza su 0.001 - 0.002. Ora, immagino che in corto dovrebbe stare
proprio a zero dato che non muovo i fili e non dovrebbe esserci
corrente indotta. Non lo farò, nel caso calibrare dato che non sono un
professionista. Ma mi lascia maggiormente perplesso la lettura a vuoto
non in corto, le cifre vanno su e giù in modo assolutamente casuale.
Perché misura qualcosa? Non ditemi nel caso che è starato per non avere
il mio suici***** sulla coscienza, magari ditemelo con eufemismi e poco
per volta :D

Grazie come sempre!

Apx
Drizzt do'Urden 8 Set 2017 22:39
Il 08/09/2017 22:34, Archaeopteryx ha scritto:
> Perdono, perdono perdono... lo so che sto appestando di domande il NG ma
> sono avido di sapere e voi sapete.
>
> Come accennavo in un altro thread, ieri mi è arrivato il multimetro
> "buono". Alla massima sensibilità sul display vedo 0.0xx mV (sono in DC)
> dove le ultime due cifre ballano tra zero e 60 circa. Se cortocircuito i
> puntali (dei b*****i Volcraft da uovo di pasqua) si stabilizza su 0.001 -
> 0.002. Ora, immagino che in corto dovrebbe stare proprio a zero dato che
> non muovo i fili e non dovrebbe esserci corrente indotta. Non lo farò,
> nel caso calibrare dato che non sono un professionista. Ma mi lascia
> maggiormente perplesso la lettura a vuoto non in corto, le cifre vanno
> su e giù in modo assolutamente casuale. Perché misura qualcosa? Non
> ditemi nel caso che è starato per non avere il mio suici***** sulla
> coscienza, magari ditemelo con eufemismi e poco per volta :D
>
> Grazie come sempre!
>
> Apx


L'alta impedenza d'ingresso fa questo scherzo :-)



--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com
John Doez 8 Set 2017 22:53
Archaeopteryx wrote:
>Perdono, perdono perdono... lo so che sto appestando di domande il NG
>ma sono avido di sapere e voi sapete.
>
>Come accennavo in un altro thread, ieri mi è arrivato il multimetro
>"buono". Alla massima sensibilità sul display vedo 0.0xx mV (sono in
>DC) dove le ultime due cifre ballano tra zero e 60 circa. Se
>cortocircuito i puntali (dei b*****i Volcraft da uovo di pasqua) si
>stabilizza su 0.001 - 0.002. Ora, immagino che in corto dovrebbe stare
>proprio a zero dato che non muovo i fili e non dovrebbe esserci
>corrente indotta. Non lo farò, nel caso calibrare dato che non sono un
>professionista. Ma mi lascia maggiormente perplesso la lettura a vuoto
>non in corto, le cifre vanno su e giù in modo assolutamente casuale.
>Perché misura qualcosa? Non ditemi nel caso che è starato per non avere
>il mio suici***** sulla coscienza, magari ditemelo con eufemismi e poco
>per volta :D
>
>Grazie come sempre!
>
>Apx

È starato.
not1xor1 9 Set 2017 06:49
Il 08/09/2017 22:34, Archaeopteryx ha scritto:
> Come accennavo in un altro thread, ieri mi è arrivato il multimetro
> "buono". Alla massima sensibilità sul display vedo 0.0xx mV (sono in
> DC) dove le ultime due cifre ballano tra zero e 60 circa. Se
> cortocircuito i puntali (dei b*****i Volcraft da uovo di pasqua) si
> stabilizza su 0.001 - 0.002. Ora,

di quale multimetro si tratta? in pratica 1-2µV?
io li avevo riscontrati anche con un agilent 34401A e con un fluke
8842 (qualche centinaio di nV)

probabilmente è colpa di disturbi più minime differenze di temperatura

con i contatti alle prese del multimetro, saldature interne tra spine
e cavi, ecc. hai diverse termocoppie in serie a temperature
leggermente differenti

io ho usato un corto spezzone di cavo di rame *****o per cortocircuitare
direttamente alle prese di ingresso del multimetro e anche così (2
termocoppie in serie e captazione disturbi al minimo) non si ha uno zero

con sensibilità dell'ordine delle centinaia di nV e impedenze di G/TΩ
ci vuole poco...

--
bye
!(!1|1)
Archaeopteryx 9 Set 2017 07:27
> di quale multimetro si tratta? in pratica 1-2µV?
> io li avevo riscontrati anche con un agilent 34401A e con un fluke
> 8842 (qualche centinaio di nV)


E' LUI :) il mio è proprio il 34401A (ma HP comunque so che sono
identici) sicché direi che posso stare tranquillo. Grazie come sempre a
tutti per le risposte!

Apx.
pincapallinapincapallinapincap@gmail.com 9 Set 2017 11:16
Il giorno sabato 9 settembre 2017 10:56:02 UTC+2, Roberto ha scritto:

> Ma vai a cagare come sempre!

eh?
Archaeopteryx 9 Set 2017 11:32
> Ma vai a cagare come sempre!

volentieri, apri bocca che ho la tazza fuori uso :D
Archaeopteryx 9 Set 2017 12:16
> eh?

Mi ricorda molto "el ciula" di IHFDT in uno dei suoi più riusciti
travestimenti :D
pincapallinapincapallinapincap@gmail.com 9 Set 2017 12:20
Il giorno sabato 9 settembre 2017 12:16:21 UTC+2, Archaeopteryx ha scritto:
>> eh?
>
> Mi ricorda molto "el ciula" di IHFDT in uno dei suoi più riusciti
> travestimenti :D

eh??
Piccio 9 Set 2017 12:24
Il giorno venerdì 8 settembre 2017 20:34:57 UTC, Archaeopteryx ha scritto:

...
> Non ditemi nel caso che è starato per non avere
> il mio suici***** sulla coscienza, magari ditemelo con eufemismi e poco
> per volta :D
>
> Grazie come sempre!


Beh... Il multimetro era salito sul tetto, zompettava qua e là...

Piccio.
Archaeopteryx 9 Set 2017 12:41
>> Non ditemi nel caso che è starato per non avere
>> il mio suici***** sulla coscienza, magari ditemelo con eufemismi e
>> poco per volta :D
>>
>> Grazie come sempre!
>
>
> Beh... Il multimetro era salito sul tetto, zompettava qua e là...
>
> Piccio.

LOL, ahahaha... Comunque per fortuna pare sia normale :D Devo
riguardare il manuale ma ero abituato al vecchio ICE e vedere di
impedenze di ingresso di GOhm beh, non riesco nemmeno a concepirlo.
anacleto.colombo@gmail.com 9 Set 2017 14:43
Il giorno venerdì 8 settembre 2017 22:34:57 UTC+2, Archaeopteryx ha scritto:


> Se cortocircuito i puntali ... si stabilizza su 0.001 - 0.002.
> Ora, immagino che in corto dovrebbe stare proprio a zero

Immagini correttamente. Non è tarato giusto lo zero.

In generale un convertitore ADC dovrebbe avere due trimmer per tarare: uno lo
zero; e l'altro la pendenza V/F. Ma in strumenti da battaglia i trimmer sono
sostituiti da resistenze fisse che vanno bene nel maggior numero dei casi.

Invece i valori ballerini a puntali scollegati sono normali.



dato che non muovo i fili e non dovrebbe esserci
> corrente indotta. Non lo farò, nel caso calibrare dato che non sono un
> professionista. Ma mi lascia maggiormente perplesso la lettura a vuoto
> non in corto, le cifre vanno su e giù in modo assolutamente casuale.
> Perché misura qualcosa? Non ditemi nel caso che è starato per non avere
> il mio suici***** sulla coscienza, magari ditemelo con eufemismi e poco
> per volta :D
>
> Grazie come sempre!
>
> Apx
anacleto.colombo@gmail.com 9 Set 2017 14:48
Il giorno venerdì 8 settembre 2017 22:34:57 UTC+2, Archaeopteryx ha scritto:

> "buono". Alla massima sensibilità sul display vedo 0.0xx mV

Ma nel 34401A il display non ha 6 cifre significative?

dovrebbe dire 0.0000XX mV

Per curiosità, quanto l'hai pagato?
not1xor1 9 Set 2017 15:00
Il 09/09/2017 14:48, anacleto.colombo@gmail.com ha scritto:
> Ma nel 34401A il display non ha 6 cifre significative?

arriva fino a 6-1/2, ma di default (appena acceso) ne ha 5-1/2

--
bye
!(!1|1)
not1xor1 9 Set 2017 15:12
Il 09/09/2017 07:27, Archaeopteryx ha scritto:
> E' LUI :) il mio è proprio il 34401A (ma HP comunque so che sono
> identici) sicché direi che posso stare tranquillo. Grazie come sempre
> a tutti per le risposte!

spero che non sia della serie 3 ******* .. il driver del display VFD
della prima serie è difettoso e in molti casi (come si vede da tanti
annunci su ebay) mostra un punto al centro di ogni cifra

con google si trovano facilmente in PDF sia il manuale di uso che
quello di servizio (ora non ricordo se è un manuale unico)
ti conviene fare il self test completo

il metodo più semplice è tenere premuto shift per più di 5 secondi
mentre si accende lo strumento

--
bye
!(!1|1)
not1xor1 9 Set 2017 15:13
Il 09/09/2017 11:16, pincapallinapincapallinapincap@gmail.com ha scritto:
> Il giorno sabato 9 settembre 2017 10:56:02 UTC+2, Roberto ha scritto:
>
>> Ma vai a cagare come sempre!
>
> eh?

è un noto fascistucolo
considerando che in testa ha solo ******* sarà sicuramente un militante
di foGNa nuova :-D

--
bye
!(!1|1)
rondine 9 Set 2017 15:36
Il giorno sabato 9 settembre 2017 15:13:22 UTC+2, not1xor1 ha scritto:
> Il 09/09/2017 11:16, pincapallinapincapallinapincap@gmail.com ha scritto:
>> Il giorno sabato 9 settembre 2017 10:56:02 UTC+2, Roberto ha scritto:
>>
>>> Ma vai a cagare come sempre!
>>
>> eh?
>
> è un noto fascistucolo
> considerando che in testa ha solo ******* sarà sicuramente un militante
> di foGNa nuova :-D
>
> --
> bye
> !(!1|1)

..io mi ricordo quando già negli anni 70 i figli, dei genitori più
imborghesiti,
si dividevano a partito preso in fascisti e comunisti
Con il passare degli anni maturando fino a cantare: "Eravamo 4 amici al bar.."
e maturando ancora... infine diventati tutti diligenti evasori fiscali
incentivati e raccomandati

..Mmmm che forti gli ideali!
Archaeopteryx 9 Set 2017 16:17
> spero che non sia della serie 3 ******* .. il driver del display VFD
> della prima serie è difettoso e in molti casi (come si vede da tanti
> annunci su ebay) mostra un punto al centro di ogni cifra

Per il PMS (Principio della Massima Sfiga) sicuramente sarà di quella
serie. Si vede che non è degli ultimi e non mi aspetto piacevoli
sorprese. Ovviamente ho filmato mentre aprivo l'imballo e ha passato il
self test, il display sembra a posto e al momento quel difetto non lo
fa.

Incuriosito da quanto mi hai detto sono andato a guardare e... non c'è
numero di serie dove dovrebbe stare poco a sinistra del centro del
pannello posteriore. La rete mi dice che è codificato e si deve
interrogare il firmware collegando lo strumento a non so cosa, ma non
ho né un convertitore USB/RS232 né soprattutto il software di
interfaccia. L'avevo cercato prima di comprare lo strumento ma pare non
esserci niente e quel che è scaricabile dal sito agilent non ricordo se
è a pagamento o non mi ha funzionato. Leggo inoltre che è possibile
cambiarlo riscrivendo il firmware quindi non ho modo di essere certo
che sarebbe quello vero se lo trovassi.

Tanto non è che possa restituirlo; posso solo aspettare che faccia il
difetto, se lo farà, e allora valuterò se tenerlo nelle condizioni in
cui sarà o farlo sistemare. Non sono un professionista e non ho mentori
a portata di mano che ad esempio abbiano amici in quelle ditte di
strumenti ricondizionati o siano smanicatissimi su eBay o ancora
possano ripararmi uno strumento con piccoli difetti che lo farebbero
prendere a prezzi stracciati. Ho cercato di prendere quello che
sembrava a posto rispetto al prezzo ed era il *solo* annuncio in cui si
vedeva lo strumento fare qualche misura e la schermata di autotest.
Speriamo in bene

grazie :)
Archaeopteryx 9 Set 2017 16:17
anacleto.colombo@gmail.com ci ha detto :
> Il giorno venerdì 8 settembre 2017 22:34:57 UTC+2, Archaeopteryx ha
> scritto:
>
>> "buono". Alla massima sensibilità sul display vedo 0.0xx mV
>
> Ma nel 34401A il display non ha 6 cifre significative?
>
> dovrebbe dire 0.0000XX mV
>
> Per curiosità, quanto l'hai pagato?

280...
Giacobino da Tradate 9 Set 2017 18:46
Il 09/09/2017 12:41, Archaeopteryx ha scritto:

> ero abituato al vecchio ICE e vedere di impedenze di
> ingresso di GOhm beh

con uno strumentino di 50 uA di fondo scala, l'impedenza e' di 20000 ohm
per Volt.



--
la cricca dei giacobini (C) M.G.
not1xor1 9 Set 2017 18:55
Il 09/09/2017 16:17, Archaeopteryx ha scritto:

> Incuriosito da quanto mi hai detto sono andato a guardare e... non c'è
> numero di serie dove dovrebbe stare poco a sinistra del centro del
> pannello posteriore. La rete mi dice che è codificato e si deve
> interrogare il firmware collegando lo strumento a non so cosa, ma non
> ho né un convertitore USB/RS232 né soprattutto il software di
> interfaccia.

il *****e nella memoria dello strumento di default è impostato a
zero, per il resto ci sono adattatori GPIB-USB o progetti basati su
arduino, ma non li ho ancora provati

--
bye
!(!1|1)
dalai lamah 9 Set 2017 19:05
Un bel giorno Archaeopteryx digitò:

> Se
> cortocircuito i puntali (dei b*****i Volcraft da uovo di pasqua) si
> stabilizza su 0.001 - 0.002. Ora, immagino che in corto dovrebbe stare
> proprio a zero dato che non muovo i fili e non dovrebbe esserci
> corrente indotta. Non lo farò, nel caso calibrare dato che non sono un
> professionista. Ma mi lascia maggiormente perplesso la lettura a vuoto
> non in corto, le cifre vanno su e giù in modo assolutamente casuale.
> Perché misura qualcosa? Non ditemi nel caso che è starato per non avere
> il mio suici***** sulla coscienza, magari ditemelo con eufemismi e poco
> per volta :D

http://literature.cdn.keysight.com/litweb/pdf/5968-0162EN.pdf?id=1000070110:epsg:dow

Per il range di 100 mV DC, l'accuratezza su 24 ore è ±(0.0030 + 0.0030).

Lo 0.003% della misura è zero. Lo 0.003% del range sono 0.003 mV. Quindi
sei dentro al range di accuratezza dello strumento.

Ciao, Lorenzo

--
Fletto i muscoli e sono nel vuoto.
Elio Fabri 10 Set 2017 13:36
Archaeopteryx ha scritto:
> LOL, ahahaha... Comunque per fortuna pare sia normale :D Devo
> riguardare il manuale ma ero abituato al vecchio ICE e vedere di
> impedenze di ingresso di GOhm beh, non riesco nemmeno a concepirlo.
Scusa ma questo Gohm da dove salta fuori?
Io lo ritengo fisicamente impossibile.
Del resto per avere quegli scherzi che dici basta molto meno.


--
Elio Fabri
Giorgio Bibbiani 10 Set 2017 14:00
Elio Fabri ha scritto:
> Archaeopteryx ha scritto:
>> e vedere di
>> impedenze di ingresso di GOhm beh, non riesco nemmeno a concepirlo.
> Scusa ma questo Gohm da dove salta fuori?

Cosi' recita il manuale, a p. 13, 25, 95:

http://www.keysight.com/upload/cmc_upload/All/34401-90013-mla2.pdf?&cc=IT&lc=ita

> Io lo ritengo fisicamente impossibile.

Puoi spiegare?

Ciao e grazie

--
Giorgio Bibbiani
not1xor1 10 Set 2017 17:20
Il 09/09/2017 18:44, Roberto ha scritto:

>> è un noto fascistucolo
>> considerando che in testa ha solo ******* sarà sicuramente un militante di
>> foGNa nuova :-D
>
> Aspetta 6 mesi e vi facciamo un ******* grosso come l'africa.

evidentemente vi piace tanto mangiare ******* che sperate che con culi
grossi possiate rimpinzarvi a piacimento :-D

tanto fogna vecchia o nuova che sia, sempre fogna è e resta sempre
l'unico luogo che vi compete, oggi, tra sei mesi e sempre

--
bye
!(!1|1)
not1xor1 10 Set 2017 17:48
Il 10/09/2017 13:36, Elio Fabri ha scritto:
> Scusa ma questo Gohm da dove salta fuori?
> Io lo ritengo fisicamente impossibile.
> Del resto per avere quegli scherzi che dici basta molto meno.

cerca con google "Keithley electrometer" e vedrai che saltano fuori
strumenti con impedenze di ingresso dell'ordine di centinaia di TΩ e
sensibilità dell'ordine dei fA

--
bye
!(!1|1)
Archaeopteryx 10 Set 2017 17:59
> cerca con google "Keithley electrometer" e vedrai che
> saltano fuori strumenti con impedenze di ingresso
> dell'ordine di centinaia di TΩ e sensibilitÃ
> dell'ordine dei fA


OMG, il passo successivo è un conta-elettroni! :O Sono
sicuro che c'è già :D


--
Lei e io ci siamo guardati, abbiamo capito al
volo e poi di corsa a letto. Ciascuno nel proprio.
Elio Fabri 10 Set 2017 21:54
Giorgio Bibbiani ha scritto:
> Puoi spiegare?
Subito.

not1xor1 ha scritto:
> cerca con google "Keithley electrometer" e vedrai che saltano fuori
> strumenti con impedenze di ingresso dell'ordine di centinaia di
> Tohm e sensibilità dell'ordine dei fA.
Ho visto e non mi meraviglia affatto (nemmeno i prezzi :-) )

Dunque, che cosa intendevo scrivendo
> Io lo ritengo fisicamente impossibile.
?
Si capisce che non metto in dubbio che quegli strumenti *all'interno*
garantiscano impedenze d'ingresso e sensibilità in corrente di quegli
ordini (ho visto addirittura "petaohm"...).
Del resto quando ancora praticavo l'elettronica sapevo che l'impedenza
d'ingresso di un MOSFET era di diversi Gohm.
Figuriamoci oggi...

Ma il problema è quello che c'è fuori.
Mi sapreste spiegare che tipo di laboratorio ci vuole perché siano
davvero significativi quei Gohm e quelle fA?
Quali precauzioni occorrono anche solo per maneggiare (maneggiare? con
le mani???) strumenti di quel genere?
Come dev'essere l'aria nell'ambiente? Secca, priva di ioni...
Dubito che in quel laboratorio si possano fare saldature :-)
Camici bianchi, mascherine...

Mi sono spiegato?


--
Elio Fabri
Roberto 11 Set 2017 01:28
"Elio Fabri" <elio.fabri@fastwebnet.it> ha scritto nel messaggio
news:f1ljohFni30U3@mid.individual.net...

> Mi sono spiegato?

MA CHE *****MINCHIA VE NE FATE DI TUTTE STE STRONZATE CHE L'OP NON NE CAPISCE
UNA ******* DI ELETTRONI-CA?

SALUTI ANECOICI
not1xor1 11 Set 2017 07:39
Il 10/09/2017 21:54, Elio Fabri ha scritto:
> Ma il problema è quello che c'è fuori.
> Mi sapreste spiegare che tipo di laboratorio ci vuole perché siano
> davvero significativi quei Gohm e quelle fA?
> Quali precauzioni occorrono anche solo per maneggiare (maneggiare? con
> le mani???) strumenti di quel genere?

mi pare si usi un cavo speciale coassiale a 3 conduttori
comunque non riesco ad immaginare un uso in un ordinario laboratorio
elettronico

su wikipedia è scritto:
Among other applications, electrometers are used in nuclear physics
experiments as they are able to measure the tiny charges left in
matter by the passage of ionizing radiation. The most common use for
modern electrometers is the measurement of radiation with ionization
chambers, in instruments such as geiger counters.

probabilmente vengono anche usati per misurare il grado di
isolamento/dispersione dai produttori di dispositivi elettrici/elettronici

qui c'è qualcosa:
<https://cdn.testequity.com/documents/pdf/keithley/Low-Current-Msrment-eGuide.pdf>

ricordo vagamente di aver letto su eevblog che si usano contenitori
speciali (oltre al cavo triassiale) dove inserire i dispositivi da
misurare

--
bye
!(!1|1)
dalai lamah 11 Set 2017 18:58
Un bel giorno Elio Fabri digitò:

> Ma il problema è quello che c'è fuori.
> Mi sapreste spiegare che tipo di laboratorio ci vuole perché siano
> davvero significativi quei Gohm e quelle fA?
> Quali precauzioni occorrono anche solo per maneggiare (maneggiare? con
> le mani???) strumenti di quel genere?
> Come dev'essere l'aria nell'ambiente? Secca, priva di ioni...
> Dubito che in quel laboratorio si possano fare saldature :-)
> Camici bianchi, mascherine...

Di recente EEVBlog (c*****e youtube che consiglio) ha postato un
interessante video al riguardo:

https://www.youtube.com/watch?v=LI_5ANmkVqo&t=1375s

--
Fletto i muscoli e sono nel vuoto.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Passione per l'elettronica | Tutti i gruppi | it.hobby.elettronica | Notizie e discussioni elettronica | Elettronica Mobile | Servizio di consultazione news.