Passione per l'elettronica
 

Amplificare da generatore di segnali

Archaeopteryx 22 Ago 2017 23:07
Ciao NG,

Poco fa è stato da me un amico con uno strano motore
elettrico cui doveva saldare dei fili. A un certo punto mi
sono domandato come avrei potuto fare per essere certo di
non aver creato dei corti e verificare il suo
funzionamento. Fa parte del motore di una moto e serve ad
aprire e chiudere i *****i :D farfallati, suppongo quindi
che con qualche tipo di segnale l'asse possa ruotare di un
angolo arbitrario e restarci fino a che non si cambia.

Quanto sopra per l'inevitabile domanda: a cosa serve
quello che stai chiedendo? Ebbene, volevo provare a
pilotarlo col mio generatore di segnali e vedere cosa
succedeva ma anche se tira fuori 20 V non credo proprio
possa erogare la corrente necessaria.

Mi e vi chiedo se esistono amplificatori adatti a questo e
altri scopi (a me ora ignoti) che si incontrano in
pratica. Non sono certo che un modulo au***** sia adatto
perché lavora su una gamma di carichi ristretta e quel
motore non credo davvero fosse assimilabile a una
resistenza da 4-16 Ohm. Ovviamente se ci sono già fatti
meglio, non credo sia importantissima la distorsione su
carichi di potenza ma forse è importante che possa
lavorare su una decente gamma di situazioni.

Ovviamente può essere stata una cattiva idea in partenza,
se mi dite che non capita mai di dover amplificare
l'uscita del generatore non comprerò niente.

grazie per ogni idea

Apx.
dalai lamah 23 Ago 2017 00:18
Un bel giorno Archaeopteryx digitò:

> Poco fa è stato da me un amico con uno strano motore
> elettrico cui doveva saldare dei fili. A un certo punto mi
> sono domandato come avrei potuto fare per essere certo di
> non aver creato dei corti e verificare il suo
> funzionamento. Fa parte del motore di una moto e serve ad
> aprire e chiudere i *****i :D farfallati, suppongo quindi
> che con qualche tipo di segnale l'asse possa ruotare di un
> angolo arbitrario e restarci fino a che non si cambia.

Penso che di solito come attuatori dei corpi farfallati si usino motori
passo passo. Per fare un test rapido puoi collegare un alimentatore DC a un
avvolgimento per fargli fare un passo, poi collegarlo all'altro
avvolgimento e fargli fare un altro passo, e così via.

> Mi e vi chiedo se esistono amplificatori adatti a questo e
> altri scopi (a me ora ignoti) che si incontrano in
> pratica. Non sono certo che un modulo au***** sia adatto
> perché lavora su una gamma di carichi ristretta e quel
> motore non credo davvero fosse assimilabile a una
> resistenza da 4-16 Ohm. Ovviamente se ci sono già fatti
> meglio, non credo sia importantissima la distorsione su
> carichi di potenza ma forse è importante che possa
> lavorare su una decente gamma di situazioni.
>
> Ovviamente può essere stata una cattiva idea in partenza,
> se mi dite che non capita mai di dover amplificare
> l'uscita del generatore non comprerò niente.

Esistono, ma sono rari e costosi. Qualche tempo fa ne ho usato uno che un
nostro cliente ci aveva prestato per collaudare una sua attrezzatura: in
pratica è un "mega-operazionale" che amplifica dalla DC a qualche centinaio
di kHz, con potenze di uscita fino a qualche centinaio di W. Inoltre si può
configurare come amplificatore di tensione o come amplificatore di
corrente, e lavora su quattro quadranti. Una cosa del genere non è utile in
molte circostanze, ma in tali circostanze è fondamentale. Mi pare che fosse
un oggetto di questa famiglia:

http://www.kepcopower.com/bop.htm

--
Fletto i muscoli e sono nel vuoto.
emilio 23 Ago 2017 12:12
Archaeopteryx ha scritto:
> Ciao NG,
>
> Poco fa è stato da me un amico con uno strano motore
> elettrico cui doveva saldare dei fili. A un certo punto mi
> sono domandato come avrei potuto fare per essere certo di
> non aver creato dei corti e verificare il suo
> funzionamento. Fa parte del motore di una moto e serve ad
> aprire e chiudere i *****i :D farfallati, suppongo quindi
> che con qualche tipo di segnale l'asse possa ruotare di un
> angolo arbitrario e restarci fino a che non si cambia.
>
> Quanto sopra per l'inevitabile domanda: a cosa serve
> quello che stai chiedendo? Ebbene, volevo provare a
> pilotarlo col mio generatore di segnali e vedere cosa
> succedeva ma anche se tira fuori 20 V non credo proprio
> possa erogare la corrente necessaria.
>
> Mi e vi chiedo se esistono amplificatori adatti a questo e
> altri scopi (a me ora ignoti) che si incontrano in
> pratica. Non sono certo che un modulo au***** sia adatto
> perché lavora su una gamma di carichi ristretta e quel
> motore non credo davvero fosse assimilabile a una
> resistenza da 4-16 Ohm. Ovviamente se ci sono già fatti
> meglio, non credo sia importantissima la distorsione su
> carichi di potenza ma forse è importante che possa
> lavorare su una decente gamma di situazioni.
>
> Ovviamente può essere stata una cattiva idea in partenza,
> se mi dite che non capita mai di dover amplificare
> l'uscita del generatore non comprerò niente.
>
> grazie per ogni idea
>
> Apx.
>
la BB (ora TI) e la Apex fanno opamp di potenza con Vout sino
a 500V e Iout sino a 10A e Ft sino a qualche MHz.
Archaeopteryx 26 Ago 2017 09:37
Grazie a tutti e tre, proprio le cose che mi servivano sapere.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Passione per l'elettronica | Tutti i gruppi | it.hobby.elettronica | Notizie e discussioni elettronica | Elettronica Mobile | Servizio di consultazione news.