Passione per l'elettronica
 

Bitcoin
1 | 2 |

rondine 29 Lug 2017 01:17
Guardavo adesso sulla RAI di questi Bitcoin, il criptodenaro, un denaro assai
strano, almeno per me,
che nei modi di far funzionare la valuta, se ci ho capito qualcosa, un po mi
ricorda anche quella, risaputa,
catena di sant' antonio,
per un denaro fluttuante che può crescere a premi

..un denaro senza identità, perdendo il codice perderemmo il denaro,
funzionerebbe un po come avere una banconota, che la possiede soltanto chi ce l'
ha ..e che però non è emessa dagli stati ma dagli stessi che ne usano

Forse un ad***** alle banche.. ma alla fine, secondo me, per un sistema ancora
più ermetico e dipendente dal digitale
..per un futuro sempre più mediato da internet ..chiunque internet sia
..comunque una macchina!
che dunque anch' essa consuma lavoro, umano, ed energia ..e quindi ..tassando
controllando e comandando..

..Con la sempre invece promessa di una maggiore libertà ..ma di cosa..

..per quanto di questo denaro ..e non solo denaro ..ho capito
..qualcuno l' ha usato?
RobertoA 29 Lug 2017 08:59
Il 29/07/2017 01:17, rondine ha scritto:
> Guardavo adesso sulla RAI di questi Bitcoin, il criptodenaro, un denaro assai
strano, almeno per me,
> che nei modi di far funzionare la valuta, se ci ho capito qualcosa, un po mi
ricorda anche quella, risaputa,
> catena di sant' antonio,
> per un denaro fluttuante che può crescere a premi
>
> ..un denaro senza identità, perdendo il codice perderemmo il denaro,
> funzionerebbe un po come avere una banconota, che la possiede soltanto chi ce
l' ha ..e che però non è emessa dagli stati ma dagli stessi che ne usano
>
> Forse un ad***** alle banche.. ma alla fine, secondo me, per un sistema ancora
più ermetico e dipendente dal digitale
> ..per un futuro sempre più mediato da internet ..chiunque internet sia
..comunque una macchina!
> che dunque anch' essa consuma lavoro, umano, ed energia ..e quindi ..tassando
controllando e comandando..
>
> ..Con la sempre invece promessa di una maggiore libertà ..ma di cosa..
>
> ..per quanto di questo denaro ..e non solo denaro ..ho capito
> ..qualcuno l' ha usato?


Da quel che ho letto sembra che acquistarne non c'e' problema
Piuttosto l'utilizzo di bitcoin per comprare materiali/servizi non e' al
livello delle classiche monete correnti
Pochissimi accettano bitcoin in pagamento
Ed ancor meno sono i servizi per convertire da bitcoin ad altra valuta
sandro 29 Lug 2017 11:40
Il 29/07/2017 01.17, rondine ha scritto:
> Guardavo adesso sulla RAI di questi Bitcoin, il criptodenaro, un
> denaro assai strano, almeno per me, che nei modi di far funzionare la
> valuta, se ci ho capito qualcosa, un po mi ricorda anche quella,
> risaputa, catena di sant' antonio, per un denaro fluttuante che può
> crescere a premi
>
> ..un denaro senza identità, perdendo il codice perderemmo il denaro,
> funzionerebbe un po come avere una banconota, che la possiede
> soltanto chi ce l' ha ..e che però non è emessa dagli stati ma dagli
> stessi che ne usano
>
> Forse un ad***** alle banche.. ma alla fine, secondo me, per un sistema
> ancora più ermetico e dipendente dal digitale ..per un futuro sempre
> più mediato da internet ..chiunque internet sia ..comunque una
> macchina! che dunque anch' essa consuma lavoro, umano, ed energia ..e
> quindi ..tassando controllando e comandando..
>
> ..Con la sempre invece promessa di una maggiore libertà ..ma di
> cosa..
>
> ..per quanto di questo denaro ..e non solo denaro ..ho capito
> ..qualcuno l' ha usato?

Si tratta di una forma di pagamento completamente oscura alla
contabilita' ordinaria e quindi non tracciata e, per questo movito,
chiamata anche "criptovaluta", una moneta cifrata non riconducibile al
proprietario.
In effetti, attualmente non offre praticamente nessuna attrattiva per
chi non ha traffici da nascondere, tipo lo scambio di denaro laddove non
e' consentito e l'acquisto di beni illegali: narcotici, armi, ecc...

Cio' che e' invece interessante, della moneta alternativa, e' che
appunto fa decadere la necessita' di un intermediario (i circuiti
bancari), non essendo sottoposta ad alcun controllo ma transitando di
server in server senza mai concretizzarsi fisicamente.
Soggetto intermediario e allo stesso tempo garante tra chi compra e chi
vende e' la moneta stessa, dando luogo ad un baratto del terzo
millennio, se vogliano intenderla cosi'... tra il tuo denaro ufficiale e
il bene che vuoi acquistare, c'e' il bitcoin. Ossia, un valore virtuale
rigorosamente "al portatore".


Che poi queste transazioni siano davvero sconosciute a chiunque, che i
tracciamenti siano davvero impossibili... boh...!



sandro
rondine 29 Lug 2017 12:37
A me pare che se io dovessi cambiare es. 100 euro cartacei in moneta virtuale
dovrei annotare nel portafoglio virtuale il numero di serie di quella banconota
che posseggo, distruggendo la stessa,
per quindi spenderla cedendo quel numero di serie, e ottenendo il numero di
serie delle banconote date come resto ..detto in parole semplici

Io ho il dubbio che tanto denaro virtuale con anche le carte di credito che
usiamo tutti i giorni, stiano creando
una immensa bolla di denaro doppione o più, tutto falso, mentre quello vero
intanto viene altrimenti scambiato, col pericolo di non tornarci più in
tasca...

..e perché no col pericolo di innescare guerre economico virtuali tra i
castelli del capitale, e infine guerre vere
tra i fatti diventare poveri.

Ma intanto viviamo in un capitalismo che a me pare sempre di più come quella
catena di Sant' Antonio
.. e che il Santo ci protegga!
Synth Mania 29 Lug 2017 13:25
rondine <romanodiqui@gmail.com> ha scritto:

> A me pare che se io dovessi cambiare es. 100 euro cartacei in moneta
virtuale dovrei annotare nel portafoglio virtuale il numero di serie di
quella banconota che posseggo, distruggendo la stessa,
> per quindi spenderla cedendo quel numero di serie, e ottenendo il numero
di serie delle banconote date come resto ..detto in parole semplici
>
> Io ho il dubbio che tanto denaro virtuale con anche le carte di credito
che usiamo tutti i giorni, stiano creando
> una immensa bolla di denaro doppione o più, tutto falso, mentre quello
vero intanto viene altrimenti scambiato, col pericolo di non tornarci più
in tasca...
>
> ...e perché no col pericolo di innescare guerre economico virtuali tra
i castelli del capitale, e infine guerre vere
> tra i fatti diventare poveri.
>
> Ma intanto viviamo in un capitalismo che a me pare sempre di più come
quella catena di Sant' Antonio
> ... e che il Santo ci protegga!

La truffa già inizia quando gli stati cominciano a creare denaro senza più
corrispettivo in oro (o altro equivalente valore materiale), se poi
permettiamo alle banche di prestare molti più soldi di quanti ne
possiedono realmente e per finire concediamo loro anche la sovranità
monetaria (che dovrebbe essere del popolo), la fregatura sarà certa e
assoluta.
I veri dolori arriveranno tuttavia quando il denaro contante verrà
totalmente soppiantato dalla moneta elettronica, chi può si faccia la
propria personale riserva di metalli preziosi (finché gli è permesso)...

S.M.

* * * * *
rondine 29 Lug 2017 16:43
Il Giappone ha reso obbligatorio accettare i Bitcoin e Cina e ******* credo che
guardino bene a questo tipo di "monete"

..Siccome investire in oro adesso sarebbe come farlo sull' isola dei pirati,
senza essere pirati, io sarei dell' idea che per "salvare" due risparmi dalle
politiche d' inflazione europee, varrebbe anche di comprare qualche Bitcoin, o
altre monete di scambio internazionale, specialmente se danno speranze di
margini di guadagno ..tipo gli interessi ve li ricordate..
..da spendere subito alla maggiorazione, ad esempio con un viaggio in oriente
..se vi piacciono le Orientali!

Se poi diversificherete tantissimo gli investimenti, invecchiando dimenticherete
codici e dove li avete investiti,
e se li mangerà la rete ..che bello!

Quando il denaro diventasse del tutto virtuale io sono convinto che il valore
dei soldi sarà differente ..tra uomini fatti vincere
e uomini fatti perdere.. verrà usato come una chiave che apre la porta in muri
che altrimenti proprio nessuno riuscirà a scavalcare
e scusatemi se ci sono andato piano col pessimismo
dimonio99@gmail.com 29 Lug 2017 18:29
Il giorno sabato 29 luglio 2017 01:17:49 UTC+2, rondine ha scritto:
> Guardavo adesso sulla RAI di questi Bitcoin, il criptodenaro, un denaro assai
strano, almeno per me,
> che nei modi di far funzionare la valuta, se ci ho capito qualcosa, un po mi
ricorda anche quella, risaputa,
> catena di sant' antonio,
> per un denaro fluttuante che può crescere a premi
>
> ..un denaro senza identità, perdendo il codice perderemmo il denaro,
> funzionerebbe un po come avere una banconota, che la possiede soltanto chi ce
l' ha ..e che però non è emessa dagli stati ma dagli stessi che ne usano
>
> Forse un ad***** alle banche.. ma alla fine, secondo me, per un sistema ancora
più ermetico e dipendente dal digitale
> ..per un futuro sempre più mediato da internet ..chiunque internet sia
..comunque una macchina!
> che dunque anch' essa consuma lavoro, umano, ed energia ..e quindi ..tassando
controllando e comandando..
>
> ..Con la sempre invece promessa di una maggiore libertà ..ma di cosa..
>
> ..per quanto di questo denaro ..e non solo denaro ..ho capito
> ..qualcuno l' ha usato?

Si dice che in Cina la metà delle compravendite sia fatta
in bitcoin.
In un anno ha quadruplicato il suo valore e in due anni lo
ha decuplicato. 7 anni fa un bitcoin valeva un centesimo di $,
oggi ne vale quasi 3000$.
Però presto potrebbe azzerarsi completamente il valore a causa
dei computer quantici che ne scardinerebbero in un attimo gli
algoritmi di sicurezza.
In ogni caso le criptomonete non moriranno, anzi.
zio bapu 29 Lug 2017 19:02
Il giorno sabato 29 luglio 2017 16:43:17 UTC+2, rondine ha scritto:
> Il Giappone ha reso obbligatorio accettare i Bitcoin e Cina e ******* credo
che guardino bene a questo tipo di "monete"
>
> ..Siccome investire in oro adesso sarebbe come farlo sull' isola dei pirati,
senza essere pirati, io sarei dell' idea che per "salvare" due risparmi dalle
politiche d' inflazione europee, varrebbe anche di comprare qualche Bitcoin, o
altre monete di scambio internazionale, specialmente se danno speranze di
margini di guadagno ..tipo gli interessi ve li ricordate..
> ..da spendere subito alla maggiorazione, ad esempio con un viaggio in oriente
..se vi piacciono le Orientali!
>
> Se poi diversificherete tantissimo gli investimenti, invecchiando
dimenticherete codici e dove li avete investiti,
> e se li mangerà la rete ..che bello!
>
> Quando il denaro diventasse del tutto virtuale io sono convinto che il valore
dei soldi sarà differente ..tra uomini fatti vincere
> e uomini fatti perdere.. verrà usato come una chiave che apre la porta in
muri che altrimenti proprio nessuno riuscirà a scavalcare
> e scusatemi se ci sono andato piano col pessimismo

A me la banca popolare di vicenza mi ha ******* 20.000 euro, senza nulla di
virtuale.

mandi
rondine 29 Lug 2017 19:52
Per me la soluzione resta quella che per ogni euro che trasformiamo in moneta
virtuale altrettanto denaro cartaceo deve venire stracciato
..altrimenti in c..o al risparmio ..servirebbe al meglio a far svalutare se
stesso.. occheccavolo di robina sarebbe mai!

..anche i libretti postali del borghese piccolo piccolo, allo 0.01% d'
interesse, non sono più sicuri a pensarci bene, se il banco depositi e prestiti
dove giacciono quei capitali può venir speso dai governi,
che si alternano tra sinistre e destre per fare un po di folclore
Bernardo Rossi 29 Lug 2017 20:05
On Sat, 29 Jul 2017 10:02:15 -0700 (PDT), zio bapu
<bertolimarco2004@libero.it> wrote:

>A me la banca popolare di vicenza mi ha ******* 20.000 euro, senza nulla di
virtuale.

In compenso dall'altra parte ci sara' uno che dice: grazie alla banca
popolare di vicenza sono riuscito a ******* 20.000 euro a qualcuno.


--

Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
Synth Mania 29 Lug 2017 20:41
rondine <romanodiqui@gmail.com> ha scritto:

> Per me la soluzione resta quella che per ogni euro che trasformiamo in
moneta virtuale altrettanto denaro cartaceo deve venire stracciato
> ...altrimenti in c..o al risparmio ..servirebbe al meglio a far
svalutare se stesso.. occheccavolo di robina sarebbe mai!
>

Quando tutto il denaro contante sarà stato trasformato in moneta virtuale,
anche la libertà e gli averi del povero cittadino saranno diventati
virtuali: chiunque - banche, stato, truffatori, ecc. - in qualsiasi
momento e con qualunque pretesto, oltre a controllargli ogni aspetto della
vita, potrà con un semplice click di tastiera bloccargli il conto, e
nessuno potrà per di più fargli prestiti... Finché i soldi rimarranno
invece materiali, potranno essere personalmente gestiti e custoditi e per
impossessarsene qualcuno dovrà farsi comunque sotto...

S.M.

* * * * *
sandro 29 Lug 2017 21:04
Il 29/07/2017 13.25, Synth Mania ha scritto:
> rondine <romanodiqui@gmail.com> ha scritto:
>
>> A me pare che se io dovessi cambiare es. 100 euro cartacei in moneta
> virtuale dovrei annotare nel portafoglio virtuale il numero di serie di
> quella banconota che posseggo, distruggendo la stessa,
>> per quindi spenderla cedendo quel numero di serie, e ottenendo il numero
> di serie delle banconote date come resto ..detto in parole semplici
>>
>> Io ho il dubbio che tanto denaro virtuale con anche le carte di credito
> che usiamo tutti i giorni, stiano creando
>> una immensa bolla di denaro doppione o più, tutto falso, mentre quello
> vero intanto viene altrimenti scambiato, col pericolo di non tornarci più
> in tasca...
>>
>> ...e perché no col pericolo di innescare guerre economico virtuali tra
> i castelli del capitale, e infine guerre vere
>> tra i fatti diventare poveri.
>>
>> Ma intanto viviamo in un capitalismo che a me pare sempre di più come
> quella catena di Sant' Antonio
>> ... e che il Santo ci protegga!
>
> La truffa già inizia quando gli stati cominciano a creare denaro senza più
> corrispettivo in oro (o altro equivalente valore materiale)

Hai perfettamente centrato il punto: i ragionamenti sulla sicurezza o
meno del bitcoin sono solo pippe mentali, se ci si mette a vedere il
torbido della "finanza ufficiale".

Virtuale per virtuale...



sandro
sandro 29 Lug 2017 21:08
Il 29/07/2017 20.41, Synth Mania ha scritto:
> rondine <romanodiqui@gmail.com> ha scritto:
>
>> Per me la soluzione resta quella che per ogni euro che trasformiamo in
> moneta virtuale altrettanto denaro cartaceo deve venire stracciato
>> ...altrimenti in c..o al risparmio ..servirebbe al meglio a far
> svalutare se stesso.. occheccavolo di robina sarebbe mai!
>>
>
> Quando tutto il denaro contante sarà stato trasformato in moneta virtuale,
> anche la libertà e gli averi del povero cittadino saranno diventati
> virtuali: chiunque - banche, stato, truffatori, ecc. - in qualsiasi
> momento e con qualunque pretesto, oltre a controllargli ogni aspetto della
> vita, potrà con un semplice click di tastiera bloccargli il conto, e
> nessuno potrà per di più fargli prestiti... Finché i soldi rimarranno
> invece materiali, potranno essere personalmente gestiti e custoditi e per
> impossessarsene qualcuno dovrà farsi comunque sotto...

Stai suggerendo quasi di tornare alla vera moneta "sonante", ossia, a
quella il cui valore sul mercato corrisponde al valore del materiale con
cui e' coniata, alla bilancia...

Ai metalli preziosi, in sostanza.



sandro
Synth Mania 29 Lug 2017 21:39
sandro <coyote.wizard@tiscalinet.it> ha scritto:

> Il 29/07/2017 20.41, Synth Mania ha scritto:
>> rondine <romanodiqui@gmail.com> ha scritto:
>>
>>> Per me la soluzione resta quella che per ogni euro che trasformiamo in
>> moneta virtuale altrettanto denaro cartaceo deve venire stracciato
>>> ...altrimenti in c..o al risparmio ..servirebbe al meglio a far
>> svalutare se stesso.. occheccavolo di robina sarebbe mai!
>>>
>>
>> Quando tutto il denaro contante sarà stato trasformato in moneta virtuale,
>> anche la libertà e gli averi del povero cittadino saranno diventati
>> virtuali: chiunque - banche, stato, truffatori, ecc. - in qualsiasi
>> momento e con qualunque pretesto, oltre a controllargli ogni aspetto della
>> vita, potrà con un semplice click di tastiera bloccargli il conto, e
>> nessuno potrà per di più fargli prestiti... Finché i soldi rimarranno
>> invece materiali, potranno essere personalmente gestiti e custoditi e per
>> impossessarsene qualcuno dovrà farsi comunque sotto...
>
> Stai suggerendo quasi di tornare alla vera moneta "sonante", ossia, a
> quella il cui valore sul mercato corrisponde al valore del materiale con
> cui e' coniata, alla bilancia...
>
> Ai metalli preziosi, in sostanza.
>
>
>
> sandro

I metalli preziosi li considero soltanto come beni-rifugio, il loro valore può
fluttuare, ma non azzerarsi...
Per quanto riguarda il resto, mi va bene la situazione attuale, con la moneta
elettronica che convive col denaro contante, senza tuttavia soppiantarlo, così
ognuno può farsi sbudellare come meglio crede: per strada, o per via
telematica...

S.M.

* * * * *
rondine 30 Lug 2017 13:58
Per cercarci il meglio io chiamerei questi, si soldi falsi, però che consumati
freschi andrebbero bene...

Mettete un sistema industriale che voglia incentivare i consumi, amettendo soldi
falsi, comprati con i veri
dai consumatori, le aziende potrebbero con i veri incassati comprare le materie
prime, restituendo in cambio dei soldi falsi emessi,
il prodotto finito, sottratto il guadagno che gli resterebbe in denaro vero.

..incentivando la criptomoneta, con tipo il principio della catena di sant'
antonio, che più soldi venissero venduti, più
diventerebbe possibile praticarci sconti, mettendoli sotto forma di
rivalutazione del denaro finto, come facevano gli interessi per i depositi
bancari [quando c' erano] ma per comprare e non per risparmiare

..e quando poi la catena cessasse di crescere ..niente più interessi!
forse solo rincari, ma non penso a nulla di catastrofico
..insomma ..che ne dite se la cosa alla fine fosse messa così

E i poveri risparmiatori e il loro futuro.. che stiano molto accorti! non son
più tempi per i prodighi del salvadenaio!
Drizzt do'Urden 30 Lug 2017 14:35
Il 29/07/2017 20:05, Bernardo Rossi ha scritto:

>
> In compenso dall'altra parte ci sara' uno che dice: grazie alla banca
> popolare di vicenza sono riuscito a ******* 20.000 euro a qualcuno.
>
>


si, il CdA.



--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com

---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
rondine 30 Lug 2017 18:59
Il giorno domenica 30 luglio 2017 14:35:57 UTC+2, Drizzt do'Urden ha scritto:
> Il 29/07/2017 20:05, Bernardo Rossi ha scritto:
>
>>
>> In compenso dall'altra parte ci sara' uno che dice: grazie alla banca
>> popolare di vicenza sono riuscito a ******* 20.000 euro a qualcuno.
>>
>>
>
>
> si, il CdA.
>
>
>
> --
> Saluti da Drizzt.
> www.tappezzeriagraziella.com
>
> ---
> Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
> http://www.avg.com

A me sembra assai strano, che mentre nel mondo si tratti di sviluppare i denari
virtuali, senza più banche, in Italia i governi spendano e spandano per
mantenerle, compresi i cas..ni che fanno ..bhò
Drizzt do'Urden 30 Lug 2017 22:28
Il 30/07/2017 18:59, rondine ha scritto:

>
> A me sembra assai strano, che mentre nel mondo si tratti di sviluppare i
denari virtuali, senza più banche, in Italia i governi spendano e spandano per
mantenerle, compresi i cas..ni che fanno ..bhò
>


fosse per me eliminerei completamente il denaro acquisendo solo vantaggi
per tutto il genere umano e non.



--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com

---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
ishka 30 Lug 2017 23:00
Il 30/07/2017 22:28, Drizzt do'Urden ha scritto:

> fosse per me eliminerei completamente il denaro acquisendo solo vantaggi
> per tutto il genere umano e non.

ed ecco la perla rara... :-D
Bernardo Rossi 31 Lug 2017 08:29
On Sun, 30 Jul 2017 22:28:07 +0200, Drizzt do'Urden
<togli_agibru@togli.racine.ra.it> wrote:

>fosse per me eliminerei completamente il denaro acquisendo solo vantaggi
>per tutto il genere umano e non.

L'unico vantaggio per il mondo si avrebbe eliminando il genere umano.

--

Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
sandro 31 Lug 2017 11:04
Il 30/07/2017 13.58, rondine ha scritto:
> Per cercarci il meglio io chiamerei questi, si soldi falsi, però che
consumati freschi andrebbero bene...
>
> Mettete un sistema industriale che voglia incentivare i consumi, amettendo
soldi falsi, comprati con i veri
> dai consumatori, le aziende potrebbero con i veri incassati comprare le
materie prime, restituendo in cambio dei soldi falsi emessi,
> il prodotto finito, sottratto il guadagno che gli resterebbe in denaro vero.
>
> ..incentivando la criptomoneta, con tipo il principio della catena di sant'
antonio, che più soldi venissero venduti, più
> diventerebbe possibile praticarci sconti, mettendoli sotto forma di
rivalutazione del denaro finto, come facevano gli interessi per i depositi
bancari [quando c' erano] ma per comprare e non per risparmiare
>
> ..e quando poi la catena cessasse di crescere ..niente più interessi!
> forse solo rincari, ma non penso a nulla di catastrofico
> ..insomma ..che ne dite se la cosa alla fine fosse messa così
>
> E i poveri risparmiatori e il loro futuro.. che stiano molto accorti! non son
più tempi per i prodighi del salvadenaio!

Ma "possedere" il denaro non serve a un ******* al consumatore... e'
questo il punto.
Una volta che costui ha ottenuto il bene che desidera, che gli frega se
l'ha pagato con gusci di conchiglie oppure mezza pepita d'oro...?

Maneggiarlo, lucidarlo, farmici la doccia come Zio Paperone, non mi e'
utile per questo, il denaro. E' solo un tramite per ottenere beni e servizi.
Vero? Falso? Sono solo definizioni.

Allora sai che c'e'? Che non mi serve, il denaro, laddove avessi beni e
servizi gratis!
Sara' per questo, che non ne abbiamo...?



sandro
rondine 31 Lug 2017 12:51
Il giorno lunedì 31 luglio 2017 11:04:58 UTC+2, sandro ha scritto:
> Il 30/07/2017 13.58, rondine ha scritto:
>> Per cercarci il meglio io chiamerei questi, si soldi falsi, però che
consumati freschi andrebbero bene...
>>
>> Mettete un sistema industriale che voglia incentivare i consumi, amettendo
soldi falsi, comprati con i veri
>> dai consumatori, le aziende potrebbero con i veri incassati comprare le
materie prime, restituendo in cambio dei soldi falsi emessi,
>> il prodotto finito, sottratto il guadagno che gli resterebbe in denaro vero.
>>
>> ..incentivando la criptomoneta, con tipo il principio della catena di sant'
antonio, che più soldi venissero venduti, più
>> diventerebbe possibile praticarci sconti, mettendoli sotto forma di
rivalutazione del denaro finto, come facevano gli interessi per i depositi
bancari [quando c' erano] ma per comprare e non per risparmiare
>>
>> ..e quando poi la catena cessasse di crescere ..niente più interessi!
>> forse solo rincari, ma non penso a nulla di catastrofico
>> ..insomma ..che ne dite se la cosa alla fine fosse messa così
>>
>> E i poveri risparmiatori e il loro futuro.. che stiano molto accorti! non
son più tempi per i prodighi del salvadenaio!
>
> Ma "possedere" il denaro non serve a un ******* al consumatore... e'
> questo il punto.
> Una volta che costui ha ottenuto il bene che desidera, che gli frega se
> l'ha pagato con gusci di conchiglie oppure mezza pepita d'oro...?
>
> Maneggiarlo, lucidarlo, farmici la doccia come Zio Paperone, non mi e'
> utile per questo, il denaro. E' solo un tramite per ottenere beni e servizi.
> Vero? Falso? Sono solo definizioni.
>
> Allora sai che c'e'? Che non mi serve, il denaro, laddove avessi beni e
> servizi gratis!
> Sara' per questo, che non ne abbiamo...?
>
>
>
> sandro

.. allora s' incomincia a pensare che benvenga il denaro fluttuante!
magari facendo scomparire quello azionario e bancario anche con un bel vantaggio
per industria lavoro e consumi accelerando i movimenti di capitale e con minor
burocrazia!
Drizzt do'Urden 31 Lug 2017 17:03
Il 30/07/2017 23:00, ishka ha scritto:
>
>
> ed ecco la perla rara... :-D
>


https://www.facebook.com/groups/731689643567116/

:-P :-P



--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com

---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Drizzt do'Urden 31 Lug 2017 17:04
Il 31/07/2017 08:29, Bernardo Rossi ha scritto:
> On Sun, 30 Jul 2017 22:28:07 +0200, Drizzt do'Urden
> <togli_agibru@togli.racine.ra.it> wrote:
>
>> fosse per me eliminerei completamente il denaro acquisendo solo vantaggi
>> per tutto il genere umano e non.
>
> L'unico vantaggio per il mondo si avrebbe eliminando il genere umano.
>


ci arriveremo se va avanti così, peccato che i pochi che sopravviveranno
saranno i soliti *******


--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com

---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
zio bapu 31 Lug 2017 17:43
Il giorno domenica 30 luglio 2017 22:28:09 UTC+2, Drizzt do'Urden ha scritto:

> fosse per me eliminerei completamente il denaro acquisendo solo vantaggi
> per tutto il genere umano e non.

Leggevo tempo fa che una grande parte delle famiglie americane sono in rosso con
il conto corrente (e quindi pagano interessi salati oltre al debito) perche con
l'abitudine di usare la carta di credito vedono in vetrina una cosa che gli
piace e allora subito entrano per comperarla consegnando la carta di credito.

Se avessero i contanti nel portafoglio, nel momento in cui lo aprono se ne
accorgerebbero che non riuscirebbero ad arrivare a fine mese e rinuncerebbero
all'acquisto.

Se non sono obbligato a prenderla per andare all'estero io la carta di credito
non la voglio.

mandi
Drizzt do'Urden 31 Lug 2017 18:23
Il 31/07/2017 17:43, zio bapu ha scritto:

>
> Se non sono obbligato a prenderla per andare all'estero io la carta di credito
non la voglio.
>
> mandi
>


Beh, basta usare la testa :-)


--
Saluti da Drizzt.
www.tappezzeriagraziella.com

---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Bernardo Rossi 31 Lug 2017 18:37
On Mon, 31 Jul 2017 18:23:53 +0200, Drizzt do'Urden
<togli_agibru@togli.racine.ra.it> wrote:

>Beh, basta usare la testa :-)

Purtroppo molti non ne sono capaci, quando vedono in vetrina qualcosa
che gli piace e non devono contare le banconote.
Poi un giorno si ritrovano il cartello FOR SALE davanti alla casa.

--

Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
Claudio_F 31 Lug 2017 18:57
Il 29/07/2017 01:17, rondine ha scritto:
> catena di sant' antonio,
> per un denaro fluttuante che può crescere a premi
> ..un denaro senza identità, perdendo il codice perderemmo il denaro,
> funzionerebbe un po come avere una banconota, che la possiede soltanto chi ce
l' ha ..e che però non è emessa dagli stati ma dagli stessi che ne usano


C'e` un ma, se non sbaglio la quantita` massima di bitcoin circolanti
non puo` tecnicamente superare un certo limite ben preciso.

Una volta "stampato" l'ultimo bitcoin stop.

Quello che c'e` si usa solo come "oggetto temporaneo" di scambio, la
produzione accumulo all'infinito e` stroncata in partenza.
Allen 31 Lug 2017 20:09
Clau*****_F <clau.fin ******* it> wrote in news:olnnha$1j4b$1@gioia.aioe.org:

> Una volta "stampato" l'ultimo bitcoin stop.
>

Si passa a litecoin, eth, etc etc....
sandro 31 Lug 2017 21:27
Il 31/07/2017 12.51, rondine ha scritto:
> Il giorno lunedì 31 luglio 2017 11:04:58 UTC+2, sandro ha scritto:
>> Il 30/07/2017 13.58, rondine ha scritto:
>>> Per cercarci il meglio io chiamerei questi, si soldi falsi, però
>>> che consumati freschi andrebbero bene...
>>>
>>> Mettete un sistema industriale che voglia incentivare i consumi,
>>> amettendo soldi falsi, comprati con i veri dai consumatori, le
>>> aziende potrebbero con i veri incassati comprare le materie
>>> prime, restituendo in cambio dei soldi falsi emessi, il prodotto
>>> finito, sottratto il guadagno che gli resterebbe in denaro vero.
>>>
>>> ..incentivando la criptomoneta, con tipo il principio della
>>> catena di sant' antonio, che più soldi venissero venduti, più
>>> diventerebbe possibile praticarci sconti, mettendoli sotto forma
>>> di rivalutazione del denaro finto, come facevano gli interessi
>>> per i depositi bancari [quando c' erano] ma per comprare e non
>>> per risparmiare
>>>
>>> ..e quando poi la catena cessasse di crescere ..niente più
>>> interessi! forse solo rincari, ma non penso a nulla di
>>> catastrofico ..insomma ..che ne dite se la cosa alla fine fosse
>>> messa così
>>>
>>> E i poveri risparmiatori e il loro futuro.. che stiano molto
>>> accorti! non son più tempi per i prodighi del salvadenaio!
>>
>> Ma "possedere" il denaro non serve a un ******* al consumatore...
>> e' questo il punto. Una volta che costui ha ottenuto il bene che
>> desidera, che gli frega se l'ha pagato con gusci di conchiglie
>> oppure mezza pepita d'oro...?
>>
>> Maneggiarlo, lucidarlo, farmici la doccia come Zio Paperone, non mi
>> e' utile per questo, il denaro. E' solo un tramite per ottenere
>> beni e servizi. Vero? Falso? Sono solo definizioni.
>>
>> Allora sai che c'e'? Che non mi serve, il denaro, laddove avessi
>> beni e servizi gratis! Sara' per questo, che non ne abbiamo...?
>>
>>
>>
>> sandro
>
> .. allora s' incomincia a pensare che benvenga il denaro fluttuante!

Ma certo che si.
Pago anche fino a 3euri, con la carta di credito. L'obiettivo e' rendere
inutile il vano portabanconote del portafoglio.


> magari facendo scomparire quello azionario e bancario anche con un
> bel vantaggio per industria lavoro e consumi accelerando i movimenti
> di capitale e con minor burocrazia!

Il mercato azionario e' stata la piu' grande truffa da quando l'uomo
scambiava perline.



sandro
sandro 31 Lug 2017 21:29
Il 31/07/2017 18.37, Bernardo Rossi ha scritto:
> On Mon, 31 Jul 2017 18:23:53 +0200, Drizzt do'Urden
> <togli_agibru@togli.racine.ra.it> wrote:
>
>> Beh, basta usare la testa :-)
>
> Purtroppo molti non ne sono capaci

E allora, Darwin Award...



sandro

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Passione per l'elettronica | Tutti i gruppi | it.hobby.elettronica | Notizie e discussioni elettronica | Elettronica Mobile | Servizio di consultazione news.